Volontariato ambientale in Costa Rica: idee per un viaggio nella natura

volontariato ambientale in costa ricaLa Costa Rica (ufficialmente denominata Repubblica di Costa Rica) è uno Stato dell’America centrale, con capitale San José. Questo Paese è ricco di bellezze naturali, e confina a nord con il Nicaragua, a est con il mar dei Caraibi e Panama, a sud e a ovest con l’oceano Pacifico.

Ambiente e tutela ambientale in Costa Rica

In Costarica, quasi la metà del territorio è protetto, anche in considerazione dell’alto tasso di biodiversità presente nel Paese. Molte sono le specie vegetali: in particolare, il territorio è coperto dalla foresta tropicale e c’è la più vasta varietà di orchidee del mondo.

Ma anche la fauna selvatica presente in Costa Rica è straordinaria: ci sono diverse specie di uccelli, rettili, anfibi e pesci. Moltissime sono poi le specie di mammiferi, vivono in questo territorio giaguari, bradipi, scimmie e diverse specie di tartarughe.

La Costa Rica, negli ultimi anni, ha guadagnato grande visibilità internazionale grazie alle proprie strategie di difesa ambientale, all’utilizzo di energie rinnovabili, nonché grazie alla promozione del turismo ecosostenibile.

D’altra parte, in questo Paese, per difendere l’habitat naturale, sono presenti moltissimi parchi nazionali e diverse aree protette, come: riserve biologiche, foreste protette, rifugi, zone umide e altro).

Ma il vero grande successo in tema ambientale della Costa Rica, è senza dubbio l’avanzamento del processo di riforestazione, che è stato avviato prima dell’inizio degli anni 90’, ed è ancora in corso. Ad oggi, il Costarica è l’unico Paese al mondo all’interno della fascia equatoriale che è riuscito ad invertire con successo il processo di deforestazione e disboscamento del territorio nazionale, riportando le foreste a coprire circa la metà del territorio.

Il governo della Costa Rica sta lavorando sempre più efficacemente per proteggere le sue splendide e numerose aree naturali. Tuttavia una gran parte della popolazione non comprende l’importanza di proteggere la natura e la diversità delle specie, presenti sul proprio territorio.

Per risolvere questo problema, in Costarica, sono stati avviati diversi programmi, tra cui spicca il programma PES, Payments for Environmental Servicee (ossia pagamenti per i servizi ambientali). Questo progetto ha come obiettivo quello di evitare che i proprietari dei terreni forestali vendano o utilizzino in modo improprio e non sostenibile, la rispettiva proprietà terriera. Il governo del Costa Rica ha dunque strutturato un sistema di contratti, incentivando i proprietari terrieri a mantenere comportamenti e impieghi sostenibili dei territori forestali, attraverso il pagamento di alcune quote.

Esperienze di volontariato ambientale in Costa Rica

Esistono diversi progetti di volontariato ambientale a cui si può prendere parte in Costa Rica, sia che riguardano la tutela degli animali, sia sulla salvaguardia ambientale. Molti dei programmi di volontariato si svolgono in cooperazione tra le associazioni e i parchi nazionali, riserve e aree protette presenti sul territorio.

Molte attività, ad esempio, sono organizzate presso il parco naturale di Barra Honda. Questo parco si trova non distante dalla città di San José (la capitale del Costa Rica), e dà la possibilità di fare un’esperienza di volontariato, affiancando lo staff del parco, le guardie e gli scienziati locali, al fine di tutelare l’ambiente, salvaguardare le aree tropicali e le specie in via d’estinzione.

Il parco offre molte opportunità anche per i volontari che desiderano convalidare il loro lavoro come tirocinio o stage all’estero, in particolare, per gli studenti di biologia; turismo sostenibile; politiche ambientali; geologia; economia ambientale, etc.

Per partecipare ai progetti organizzati presso il parco di Barra Honda, non sono richieste esperienze particolari, anche perché durante l’esperienza di volontariato viene fornita ai volontari una formazione continua dagli esperti locali, per la corretta conservazione della flora e della fauna del parco.

Durante il progetto di volontariato ambientale, i volontari partecipano a numerose azioni, quali: il supporto alle attività di ricerca della fauna selvatica, incluso monitoraggio pipistrelli, uccelli, mammiferi e farfalle; l’utilizzo di fotocamere per l’osservazione dei mammiferi; l’utilizzo di reti per la cattura dei pipistrelli; identificazione delle farfalle; identificazione delle specie di scimmie; opere di riforestazione. I volontari inoltre, possono essere impiegati in attività di costruzione e conservazione di sentieri all’interno del parco; registrazione delle informazioni meteorologiche; mappatura dei sentieri, fiumi e altre aree importanti del parco; manutenzione del vivaio del parco; manutenzione delle protezioni anti-incendio (durante la stagione secca); c’è la possibilità di implementare nuovi progetti di ricerca, come ad esempio l’individuazione di nuove specie di farfalle e pipistrelli.

I volontari in Costarica possono poi sostenere il lavoro delle scuole locali, collaborando con gli insegnanti. Una scuola ad esempio si trova a Corral de Piedra, e dà la possibilità ai volontari di partecipare ad attività per la salvaguardia dell’ambiente, aiutando nella costruzione di orti biologici, di centri di riciclaggio, fornendo assistenza ai progetti di educazione ambientale nelle scuole e nelle comunità locali.

Esperienze di volontariato con gli animali in Costa Rica

In Costa Rica esistono anche numerosi programmi che prevedono esperienze riguardanti la conservazione e la salvaguardia della fauna selvatica e degli habitat naturali.

Ci sono infatti in questo Paese molti centri di recupero, che rappresentano un rifugio per gli animali che sono stati abbandonati o trovati feriti. In questi centri, i volontari hanno l’opportunità di lavorare su ogni genere di animale, ed aiutare a migliorare le condizioni di vita di queste creature. L’obiettivo principale dei centri di recupero è quindi quello di curare gli animali, e (anche se non sempre è possibile) reintrodurli nel loro habitat naturale.

Sono molteplici le attività che i volontari possono essere chiamati a svolgere in queste esperienze di volontariato. Ad esempio: i volontari partecipano alla preparazione del cibo e al nutrimento degli animali; alla pulizia e alla manutenzione delle strutture; al lavoro di educazione ambientale della popolazione; inoltre, lavorano a contatto con un’ampia varietà di specie animali in pericolo, facendo esperienze di lavoro con animali come bradipi e altri premiati.

Prima di partire per queste esperienze di volontariato molte associazioni prevedono anche un supporto per i volontari, che consiste generalmente in dare consigli sull’assicurazione medica e sulla documentazione necessaria per partecipare ai progetti, o dare consigli sull’equipaggiamento. Sono poi previsti degli incontri di orientamento locale, dei briefing per la sicurezza dei partecipanti, nonché dei training al progetto a cui si partecipa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *