Volontariato ambientale per la conservazione delle foche

Fare un’esperienza di volontariato con le foche è un’esperienza molto affascinante per la natura stessa di questi animali. Le foche, infatti, sono creature molto intelligenti e socievoli.

I Paesi principali dove fare volontariato con le foche

volontariato ambientale con le focheI volontari che hanno a cuore la salvaguardia dell’ecosistema marino, sono perfetti per un programma di volontariato con le foche.

Le destinazioni in cui è possibile partecipare ad un progetto di volontariato per la salvaguardia di questi animali sono numerose.

Le foche infatti vivono lunghe le coste dei mari ghiacciati (ad esempio in Antartide) o freddi (Olanda, Danimarca, ecc.), ma anche temperati (vivono specie di foche in Australia). Poche specie di questi animali vivono poi nei mari caldi e nei laghi (Mar Caspio, lago Bajkal e lago d’Aral).

Australia

Un’esaltante esperienza di volontariato ambientale da fare con le foche si svolge, ad esempio, in Australia, nel Parco naturale di Philip Island.

La popolazione delle foche e di molti altri animali marini e volatili che vivono prevalentemente nell’area intorno a Philip Island ed in tutto l’Oceano Pacifico, è attualmente a forte rischio. Il pericolo principale è rappresentato dall’inquinamento, infatti molte sono ogni anno le creature che si nutrono di alimenti nocivi, o che rimangono impigliati nella plastica morendo crudelmente.

Da uno studio statistico effettuato dal centro del Parco naturale di Philip Island, ad esempio, è risultato allarmante il numero di morti di pesci e volatili, causate ogni anno dai resti dei palloncini rilasciati in cielo.

Il progetto di volontariato organizzato dal centro è nato per monitorare la popolazione di foche presenti nell’area di Philip Island, nonché delle isole attorno ad essa, situate nell’Oceano Pacifico. Il fine, in particolare, è quello di osservare periodicamente i cambiamenti nei gruppi di foche presenti nella zona.

Per raggiungere il proprio obiettivo il centro di ricerca ha raccolto diverse immagini grazie ad un drone, ed i volontari che prendono parte al progetto sono chiamati a partecipare alle attività di osservazione delle foto raccolte (per questo motivo, in questo progetto, sono richiesti soprattutto volontari esperti in biologia).

Danimarca

Un’altra esperienza di interessante da fare con le foche si svolge poi a Kerteminde, in Danimarca, dove è situato il centro di ricerca Fjord & Baelt. In questo luogo infatti è possibile recarsi a fare volontariato, prendendo parte alle attività di diffusione di informazioni sulla fauna marina che popola le acque della Danimarca.

Il Fjord & Baelt è uno dei pochi centri al mondo in cui è possibile prendere parte ad attività a contatto con gli animali. Ad esempio, le attività giornaliere del centro includono l’addestramento e la cura di focene e foche, che vivono in bacini naturali riforniti continuamente di acqua marina proveniente dai fiordi.

Olanda

Anche in Olanda è possibile recarsi per un’esperienza di volontariato per la salvaguardia delle foche. A St. Pieterburen (una cittadina situata a pochi chilometri da Groningen, nel nord dell’Olanda) è presente infatti un ospedale che ogni anno ospita centinaia di foche ferite, malate o orfane, ed in cui queste creature vengono curate e rimesse in libertà.

Le foche che vivono nei mari olandesi sono messe a rischio soprattutto dell’inquinamento dei mari, che spesso causa la morte di questi animali per epidemie virali e batteriche; ma anche dalle reti da pesca, in cui molti esemplari rimangono impigliati.

Presso l’ospedale di St. Pieterburen le foche vengono ospitate, alimentate e curate, per poi essere rimesse in libertà nel momento in cui sono in grado di tornare alla vita selvaggia.

Galapagos

Un’altra esperienza di volontariato per la salvaguardia dei leoni marini, si può fare poi a Puerto Baquerizo, nelle isole Galapagos. I leoni marini sono mammiferi appartenenti alla famiglia dei pinnipedi, di cui fanno parte anche le foche.

A Puerto Baquerizo è attivo presso il Parco naturale un team di ricercatori e scienziati che raccoglie informazioni sul sesso, la popolazione e l’attività riproduttiva dei leoni marini presenti sull’isola.

I volontari che prendono parte al progetto sono coinvolti nelle attività di monitoraggio, e, sotto la supervisione dello staff del Parco, prendono parte alle attività di salvataggio degli animali dalle reti dei pescatori.

Tipologia di attività di volontariato con le foche

volontariato focheI progetti di volontariato che hanno come obiettivo la salvaguardia delle foche, prevedono diverse attività da fare.

Ci sono progetti che, ad esempio, hanno come obiettivo l’osservazione delle foche al fine di trarne informazioni e di migliorarne le condizioni di vita. In questi progetti i volontari vengono generalmente chiamati a monitorare gruppi di foche, nonché il tasso di sopravvivenza dei piccoli o, ad esempio, le fasi di accoppiamento in base ai cambiamenti climatici.

Altri progetti invece prevedono attività a diretto contatto con gli animali come l’individuazione degli esemplari di foche feriti o malati, al fine di curarli e rimetterli in libertà. I volontari in queste esperienze danno da mangiare e puliscono le foche; mantengono puliti gli acquari in cui il centro ospita gli animali; escono in occasione delle operazioni di soccorso degli animali e assistono alle liberazioni degli stessi, terminato il periodo di riabilitazione.

Molti progetti possono poi prevedere che i volontari partecipino ad attività educative, volte a informare ed educare la popolazione locale ed i turisti sull’importanza per gli animali di mantenere l’ambiente pulito, o sul riciclaggio.

Per fare una di queste esperienze generalmente le associazioni di volontariato non richiedono ai candidati il possesso di requisiti specifici, a meno che, per lo svolgimento delle attività previste dai progetti, non siano necessarie elevate conoscenze tecniche. Generalmente dunque, per partecipare ai diversi programmi, è richiesto di avere l’età minima di 18 anni alla data di inizio del programma, la conoscenza del livello base d’inglese, ma anche abilità sociali e una mente aperta.

Figure molto ricercate nei progetti di volontariato per la salvaguardia delle foche sono gli studiosi o coloro che già operano nel campo della biologia o della zoologia ad esempio. Per le persone qualificate, d’altra parte, questo tipo di esperienze possono essere molto formative, in considerazione del fatto che i volontari sono generalmente affiancati in tutte le attività dai ricercatori e dagli scienziati dei diversi centri, che ogni giorno proteggono e salvaguardano le foche e altri animali marini.

Leave a Reply

La nostra casa sta bruciando

Scopri come aiutarci