Viaggio naturalistico in Costa Rica alla ricerca della Pura Vida

Una guida scritta da Alessandro Nicoletti, fondatore di Keep the Planet, per tutti gli amanti della natura del Centroamerica. Se hai il sogno di fare un viaggio naturalistico in Costa Rica, questa guida ti aiuterà a partire al meglio.

viaggio naturalistico in costa ricaGrazie alla sua stabilità politica ed economica, il Costa Rica è una delle destinazioni preferite del Centroamerica. Questo è ovviamente dovuto anche al fatto che qui gli amanti della natura troveranno tutto quello che desiderano da un viaggio naturalistico.

Trekking nella foresta pluviale, volontariato ambientale, avvistamento di cetacei, e non solo, il Costa Rica è la meta ideale per chi ha l’obiettivo di fare un viaggio naturalistico di primissima categoria.

Noi di Keep the Planet che siamo specializzati nella ricerca delle migliori mete per gli amanti della natura, non possiamo dimenticare che qui i parchi nazionali e le aree protette ricoprono il 23.4% del territorio, la percentuale più alta al mondo.

Il Costa Rica inoltre è il paese ideale per fare conservazione, sono infatti molti i progetti attivi sul campo per tutti coloro che desiderano mettersi al servizio della natura.

Qui potrai avere l’opportunità di lavorare con le tartarughe marine, oppure lavorare in un centro di riabilitazione per specie in pericolo e molto altro ancora.

Se desideri partecipare ad un volontariato ambientale in Costa Rica, diventa socio dell’associazione Keep the Planet e scarica il database delle associazioni di volontariato che accettano volontari internazionali.

Clicca qui per scaricare il database per soci.

Viaggio naturalistico in Costa Rica: informazioni generali

Il Costa Rica (ufficialmente Repubblica del Costa Rica) è uno Stato situato in America centrale, che ha come capitale la città di San José. I confini di questo Paese sono a nord con il Nicaragua; a est confina con lo Stato di Panama ed è bagnato dal Mar dei Caraibi; mentre a sud e a ovest si affaccia sull’Oceano Pacifico.

Il Costa Rica è soprattutto famoso per le incantevoli bellezze naturali del suo territorio.

Le aree più belle si trovano in particolare nel nord del Paese, che ospita il Rio San Juan; nella zona a sud, che ospita il bellissimo parco nazionale Corcovado, una riserva che tutela la foresta pluviale circostante; e sulla costa caraibica, che ospita la giungla e la sua natura selvaggia, ed è umida tutto l’anno, motivo per cui le temperature sono sempre molto calde.

Quanto costa viaggiare in Costa Rica

Il Costa Rica è uno dei paesi più avanzati al mondo in termini di conservazione, ma ahimé anche il più caro da visitare del Centro America.

Il costo medio è simile all’Italia, quindi non aspettatevi un viaggio low cost, ma a medio budget.

La miglior forma per abbassare i costi è prendere parte ad un progetto di volontariato ambientale in Costa Rica che oltre ad aiutare la natura, aiuta le vostre tasche.

Spostamenti interni in Costa Rica

Gli autobus sono indubbiamente il modo più economico per spostarsi all’interno del Paese e raggiungono praticamente ogni possibile destinazione.

La parte sconveniente è che ogni tratta passa per San Josè allungando di molto i tempi.

Un’alternativa è il noleggio auto che conviene quando si viaggia in gruppo.

Visto e denaro in Costa Rica

Per entrare in Costa Rica come turista non è necessario se la permanenza è inferiore a 90 giorni, tuttavia è necessario possedere il biglietto aereo di uscita dal paese che non necessariamente deve essere verso l’Italia.

In Costa Rica si possono usare tranquillamente i dollari americani, oppure il Còlon costaricano, la moneta ufficiale.

Le banche locali sono abilitate al cambio dell’ Euro (Banco Nacional – Banco di Costa Rica) ma il cambio praticato è leggermente penalizzante.

Si consiglia di utilizzare il dollaro USA quale valuta di riferimento, oppure l’utilizzo di carte di credito o bancomat internazionali.

Qual è il miglior periodo per visitare il Costa Rica

Il clima del Costa Rica è prevalentemente tropicale, ed è dunque caratterizzato da una stagione molto secca, interrotta solo da quella delle piogge.

Considerate le temperature, i migliori periodi per recarsi a visitare il Costa Rica sono quelli della primavera e dell’inverno. Infatti, ad eccezione della capitale del Paese San Josè in cui c’è una temperatura mite tutto l’anno, nel periodo della stagione secca, ossia quello che va dal mese di dicembre al mese di aprile, il clima consente di visitare tutte le regioni.

Ma anche il mare della costa caraibica è un luogo molto visitato dai turisti. Non tanto per fare il bagno, cosa che essendo il mare molto agitato è quasi impossibile, ma soprattutto per osservare le tartarughe, gli uccelli e le altre creature che popolano questa zona.

D’altra parte la costa caraibica si presta ai viaggiatori che vogliono andare in Costa Rica durante la stagione delle piogge (che va da maggio a novembre), poiché questa stagione rappresenta quella ideale per fare surf.

Situazione sanitaria e sicurezza in Costa Rica

Il Costa Rica è un paese sicuro, uno dei pochi al mondo che ha addirittura abolito l’esercito. Tranne alcuni quartieri della capitale, il resto del paese può essere visitato senza problemi.

Non ci sono vaccinazioni obbligatorie, ma è richiesto, invece, il certificato di vaccinazione per la febbre gialla a coloro che provengono da Brasile, Colombia, Ecuador, Nigeria, Perù, Sudan, Venezuela.

Prima di partire consulta il medico e soprattutto stipula un’assicurazione di viaggio. Anche se sei giovane e in buona salute, non esiste cosa più stupida di viaggiare senza aver stipulato un’assicurazione sanitaria.

MAI VIAGGIARE SENZA ASSICURAZIONE, CLICCA QUI PER UN PREVENTIVO GRATUITO CON WORLD NOMADS

Ambiente in Costa Rica

Quasi la metà del territorio del Costa Rica è posto sotto protezione, soprattutto per favorire la conservazione e la tutela della biodiversità presente nel Paese.

Infatti il Costa Rica è uno Stato dotato di flora e fauna davvero considerevoli.

Numerose sono le specie vegetali. Il territorio, in particolare, ospita una foresta di tipo tropicale, e c’è la più vasta varietà di orchidee del mondo.

Ma anche la fauna selvatica che popola il Costa Rica è davvero incredibile. Ci sono numerose specie di uccelli, rettili, anfibi e pesci.

Moltissimi sono poi i mammiferi, che comprendono animali carnivori come i giaguari, ma anche bradipi, scimmie e diverse specie di tartarughe.

Tutela ambientale in Costa Rica

viaggio natura in costa ricaIl Costa Rica è un Paese all’avanguardia in termini di strategie per la difesa del proprio habitat naturale, nonché in tema di utilizzo di energie rinnovabili e promozione del turismo ecosostenibile.

D’altra parte, in questo Stato il governo per difendere l’habitat naturale, ha destinato moltissime aree a parchi nazionali o altri tipi di aree protette, come ad esempio riserve biologiche, foreste protette, rifugi, zone umide e altro.

Tra queste ad esempio vi è l’area di conservazione Guanacaste, situata nella zona nord-occidentale del Paese, e dichiarata nel 1999 patrimonio mondiale dell’umanità.

Questa area, in particolare, è composta da numerosi parchi nazionali: quello di Santa Rosa, di Guanacaste appunto e quello di Rincón de la Vieja; ma anche dalla regione di Junquillal.

Questa area di conservazione è molto importante per la tutela della biodiversità del Paese, soprattutto per il fatto che ospita numerose specie animali e vegetali in pericolo d’estinzione e perché contiene una delle ultime foreste vergini del centro America.

Un altro bene naturale dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO nel 1983 è poi il Parco internazionale La Amistad, che si trova tra la Costa Rica e Panama. In particolare, nel 1982 questo parco ricoperto per lo più da foresta pluviale, è stato incluso nella rete mondiale di riserve della biosfera e nel 1988 è stato trasformato dai due governi in un parco della pace.

Tra le aree protette dichiarate patrimonio mondiale dall’UNESCO deve poi essere menzionata anche l’isola di Coco, situata nell’Oceano Pacifico.

Questo luogo è un santuario per animali terrestri e sottomarini, essendo infatti possibile trovare nei suoi mari squali, tonni, tartarughe marine, mante giganti.

Ma ci sono numerose altre aree in Costarica, che svolgono una funzione essenziale e determinante nella tutela dell’habitat naturale.

Tra questi, ad esempio, c’è il Parco naturale di Barra Honda, che si trova non distante dalla capitale del Paese, ossia la città di San José, e che è celebre per la sua fauna selvatica composta per lo più da pipistrelli, uccelli, mammiferi e farfalle.

Ma in Costa Rica esistono anche numerosi programmi che prevedono esperienze riguardanti la conservazione e la salvaguardia della fauna selvatica e dell’habitat naturale.

Ci sono ad esempio in questo Paese molti centri di recupero, che rappresentano un rifugio per gli animali che sono stati abbandonati o trovati feriti.

L’obiettivo principale di questi luoghi è dunque quello di curare gli animali, e, se è possibile, reintrodurli nel loro habitat naturale.

In particolare, uno dei più grandi successi ottenuti dal Costa Rica in tema ambientale, è l’avanzamento del processo di riforestazione, che è stato avviato prima dell’inizio degli anni 90’ ed è ancora oggi in corso di svolgimento.

E così, il Costarica attualmente è l’unico Paese al mondo all’interno della fascia equatoriale, che è riuscito ad invertire con successo il processo di deforestazione e disboscamento del territorio nazionale, riportando le foreste a coprire circa la metà del territorio, con grande giovamento per l’aria e per la fauna selvatica del Paese.

Dunque il governo del Costa Rica lavora efficacemente per proteggere il suo splendido habitat naturale, sebbene un problema è che ancora una gran parte della popolazione locale non comprende l’importanza di questa opera.

Per risolvere questo problema le istituzioni del Costarica hanno avviato diversi progetti, tra i quali il programma denominato PES (Payments for Environmental Servicee), che prevede in pratica il pagamento delle attività svolte per il miglioramento dell’ambiente.

Viaggio volontariato in Costa Rica

Ricevo moltissime richieste da parte di giovani e meno giovani desiderosi di partecipare ad un progetto di volontariato ambientale e una delle domande principali che mi sono rivolte è: dove mi consigli di andare come prima esperienza?

A questa domanda non posso che rispondere, se vuoi andare in Centro America, allora lascia a casa i dubbi e parti per un progetto di volontariato ambientale in Costa Rica.

Il Costa Rica è uno dei paesi più organizzati al mondo per questo tipo di esperienza adatto a tutte le età.

In Costa Rica abbiamo selezionato per te progetti di conservazione che ricoprono molte tipologie: avrai la possibilità di lavorare nei parchi nazionali, nei centri di riabilitazione per animali e partecipare a progetti scientifici.

Non sarai più un semplice turista, ma un protagonista attivo nella conservazione ambientale.

Un progetto di volontariato è il primo passo per chi desidera prendere finalmente parte al movimento ecologista mondiale e un perfetto biglietto da visita per chi vuole fare della conservazione il suo lavoro principale e non solo.

Qui puoi realizzare il sogno di lavorare in un centro di riabilitazione per bradipi, oppure monitorare le spiagge in cerca di nidi di tartarughe da proteggere e molto altro ancora.

Per partecipare ad un viaggio volontariato in Costa Rica, diventa socio dell’associazione Keep the Planet e scarica il database.

Leave a Reply

AMI LA NATURA?

Iscriviti alla newsletter dell’associazione e supporta le nostre attività. Insieme faremo la differenza

Iscriviti ora è gratis!!!