Viaggi solidali: vacanze alternative per aiutare l’ambiente 

Keep the Planet come associazione ambientalista promuove lo sviluppo dei viaggi solidali per l’ambiente dove il viaggiatore impegna il proprio tempo nella conservazione della natura e degli animali.

viaggi solidali

Le vacanze! C’è chi le attende tutto l’anno, chi non ne può fare a meno, chi le programma all’ultimo minuto e c’è chi invece, le organizza con largo anticipo.

Andare in vacanza è una cosa che piace a tutti, adulti e bambini, non importa come, quando o dove: l’importante è staccare, evadere, riposare, divertirsi, esplorare, conoscere cose diverse.

Per molti, la vera vacanza è il viaggio.

È inutile girarci intorno, ma quando si va in ferie o quando finisce la scuola, la voglia di intraprendere un viaggio, che sia per un solo weekend o per l’intero periodo di riposo, assale inevitabilmente quasi tutti: il viaggio appartiene all’indole umana.

L’uomo infatti per natura, non sta mai fermo in un solo posto. La storia ci insegna che da sempre i popoli si sono spostati, emigrando dai propri paesi per raggiungere luoghi lontani.

Abbiamo tutti letto le avventure di uomini intraprendenti che si sono spinti al di fuori dei propri confini, alla ricerca di terre ancora inesplorate. Non ci sono scuse, il viaggio può diventare per chi è fortemente predisposto, una vera e propria esigenza fisiologia. Poi c’è chi nel viaggio stesso, cerca anche qualcosa di più.

Non tutti infatti si accontentano di prendere un treno o un aereo per raggiungere semplicemente luoghi turistici dove passare il tempo a sonnecchiare o a fare baldoria in uno dei tanti villaggi “parco giochi per turisti”, tutti uguali, sparsi per il mondo: esistono persone che dal viaggio vogliono ottenere qualcosa di più profondo, come per esempio delle risposte o delle esperienze di vita, memorabili che arricchiscano il cuore e la mente.

I viaggi solidali sono perfetti per i viaggiatori dinamici, quelli che vogliono assaporare lo scopo del viaggio stesso, quelli che non si tirano indietro, quelli pronti ad affrontare situazioni avventurose e sanno aprire la mente a culture diverse, quelli che si confrontano con la gente del posto e si mettono a disposizione per dare una mano, per aiutare l’ambiente e gli animali di quel luogo.

I viaggi solidali infatti sono delle vere e proprie vacanze alternative che hanno un senso profondo e che rendono questo periodo di tempo da dedicare a se stessi, un periodo di tempo indimenticabile, intriso di emozioni e ricco di momenti speciali che una vacanza “normale” non potrebbe mai dare.

 Cosa sono le vacanze solidali all’insegna della conservazione?

Partire per una vacanza solidale non significa per forza raggiungere i posti tipici, immolati alla macchina del turismo di massa, tutt’altro, spesso è proprio il contrario: si parte per luoghi lontani, magari più isolati, immersi nella natura selvaggia. E questo è senza dubbio un valore aggiunto, tanto per cominciare.

Cos’ è dunque una vacanza solidale all’ insegna della conservazione?

È una vacanza che trascorrerai in un meraviglioso posto, come per esempio un parco naturalistico, stando a contatto con animali esotici, insieme a persone di diverse nazionalità, che hanno a cuore l’ambiente e che ti coinvolgeranno in progetti importanti finalizzati alla salvaguardia di specie vegetali e animali, che rischiano l’estinzione.

È una vacanza lontano da casa, che trascorrerai nei paesi in via di sviluppo o nelle zone più estreme del mondo, che ti insegnerà nuove competenze di cui magari ignoravi l’esistenza perché prima, non avevi mai messo in pratica. La vacanza solidale all’insegna della conservazione ambientale è semplicemente un’esperienza unica.

Perché partecipare ad un viaggio solidale alternativo

viaggi solidali per la conservazioneImmaginiamo se nel mondo non esistessero più le spiagge, le montagne, i prati, i boschi: come faremmo? Dove prenderemmo la carica per affrontare la quotidianità, le lunghe giornate di lavoro?

Dove assaporeremmo la magia, dove troveremmo noi stessi? Sembra una banalità ma l’uomo, anche il metropolitano incallito, ha bisogno di queste cose, più di quanto non creda.

Ma in generale il tipico turista, non pensa che, proprio per godere delle meraviglie della natura, è necessario che la natura venga rispettata e protetta.

Oggi il turismo per fortuna si sta orientando verso uno stile dal ritmo più lento e più sostenibile e meno distruttivo per l’ambiente, anche se..siamo ancora solo agli inizi.Il concetto del turismo finora è stato basato solo sulle attrazioni naturali e culturali che un determinato Paese può dare..

Questo tipo di vedere la vacanza, per fortuna oggi comincia a perdere smalto. Inoltre non c’è da sottovalutare le conseguenze che l’assalto dei visitatori rilascia nel luogo raggiunto.

Gli ecomostri d’altronde, esistono ancora in tanti posti del mondo a ricordarci come l’uomo finora abbia ricercato la natura, in un modo totalmente sbagliato, perché nel cercarla e nell’ammirarla l’ha solo deturpata e profondamente sfruttata.

Tuttavia anche uscendo dal settore turistico, sappiamo che esistono luoghi, soprattutto del Sud del mondo con ambienti naturali stupendi, ma terribilmente abusati per scopi meramente economici, usati come per esempio solo per l’agricoltura intensiva, una pratica questa, che innesca il processo delle deforestazioni massicce, assolutamente nocive per l’ecosistema circostante.

Le vacanze solidali all’insegna della conservazione sono importanti sia per l’ambiente e sia per chi le fa, perché si basano su un turismo responsabile.

È uno scambio più che giusto, tra l’uomo e la natura, anche se a guadagnarci di più è sicuramente l’uomo.

Partire in vacanza per occuparsi di conservazione ambientale è la scelta che tutti i giovani studenti, prima o poi dovrebbero fare, anche se in effetti questo tipo di esperienza, è adatta a tutte le età.

Ecco i principali motivi per partecipare ad una vacanza solidale:

1. Avvicinarsi ad un turismo responsabile.  Partire per una vacanza solidale significa aderire ad un turismo più sostenibile che si traduce nel prendere coscienza del fatto che la classica vacanza non è più accettabile, se non altro per la devastazione ambientale che questa apporta al luogo e ai disagi che provoca alle persone del posto.

2. La Terra ha bisogno del tuo aiuto. Un altro motivo ce lo indicano gli studi degli esperti che analizzano la salute del Pianeta e degli ecosistemi. Se almeno la metà dei vacanzieri scegliesse di fare almeno una volta nella vita, una vacanza solidale partecipando ad un progetto di volontariato per la conservazione ambientale della destinazione scelta, molte delle specie vegetali e animali che rischiano di scomparire per sempre dalla faccia della Terra, verrebbero salvati.

E salvarne già solo una di queste specie, vuol dire fare una cosa enorme e preziosa per l’intera umanità. Si pensi ad esempio alle piante presenti nelle foreste tropicali del Borneo che sono uniche e secolari, ma che per le piantagioni di palme da olio, rischiano di essere estinte. Oppure pensiamo alla foresta amazzonica, i polmoni della terra, assalita dalla deforestazione per produrre legname.

3. Si imparano nuove competenze ed esperienze che torneranno utili nella vita. Quello che lascia una vacanza “normale” sono i ricordi e le foto del mare con gli amici, dei monumenti e della camminata in montagna, per fare un esempio. Certo lascia anche belle emozioni, sicuramente, ma non può superare ciò che invece offre una vacanza solidale. Un viaggio solidale per aiutare l’ambiente ti permetterà di svolgere attività inerenti la conservazione delle piante e degli animali: questo significa che, anche se non hai fatto studi specifici, sarai affiancato ad esperti del settore che ti insegneranno come fare. Vedrai da vicino animali che altrimenti vedresti solo sui libri o su uno schermo ma non ti limiterai solo a questo, avrai un ruolo nella loro salvezza, un contributo importante anche per le generazioni future e riguardo alle emozioni..non ci sono paragoni.

4. Si conoscono popoli con culture diverse e persone di diverse nazionalità. Non solo gli amici possono essere i compagni di viaggio ideali. Con le vacanze solidali, gli amici si incontreranno a destinazione, perché lo diventeranno in un secondo momento, quando si instaurerà una bella collaborazione gli uni con gli altri, per scopi comuni: potrebbero essere alcune persone del posto e gli altri volontari, anche stranieri, che come te hanno deciso di intraprendere questa esperienza.

5. Vedrai posti dalla bellezza mozzafiato. Sono diversi i luoghi del mondo che potrai scegliere per la tua vacanza solidale all’insegna della conservazione. Sono posti meravigliosi, con le proprie caratteristiche uniche, ognuno con una situazione particolare, con le proprie specie autoctone da salvare, con la propria lingua e cultura.

Le mete migliori per un viaggio volontariato

A chi piace viaggiare e girare il mondo non troverà difficile individuare una meta da raggiungere per una vacanza solidale all’insegna della conservazione.

Non c’è paese al mondo, compresa l’Italia, che non abbia un territorio da salvaguardare e da proteggere dal pericolo del progresso e dall’inquinamento.

Se volessimo suddividere i paesi del mondo in base ai punti cardinali per avere un minimo di orientamento e puntare con una matita ad occhi chiusi ad est o ad ovest, a sud o a nord, qualsiasi punto che la matita toccherebbe, il posto ad esso associato, sicuramente non disdegnerebbe il nostro intervento di volontariato.

In base alla bellezza suggestiva dei luoghi e al tipo di aiuto che si potrebbe dare, ecco le migliori mete per la tua vacanza responsabile:

1. India: Situata a nord dell’equatore, l’India è il settimo Stato più grande al mondo. Detiene 7.517 km di costa e di queste 2.094 km fanno parte delle isole Andamane, Nicobare e Laccadive. La catena himalayana inoltre, da origine a grandi fiumi come il Gange e il Brahmaputra.

Nello stato federato dell’Himachal Pradesh, capoluogo del distretto di Kangra con 19 034 abitanti, c’è la città di Dharamsala, piccolo paradiso terrestre nonché casa del 14° Dalai Lama. Dharamsala è meta di pellegrinaggi, un turismo religioso che ha ha sviluppato un forte sistema alberghiero, tutt’oggi prima fonte di sostentamento degli abitanti della zona.

Venire qui per la tua vacanza responsabile significa, poter fare attività di trekking intorno alla montagne di Dharamshala e Triund, fare yoga, visitare i siti tibetani e interagire con i monaci e le comunità locali. Inoltre come volontario promuoverai pratiche eco- compatibili e parteciperai ad attività per ripulire la zona dai rifiuti prodotti dal turismo di massa.

2. Madagascar: Al largo della costa orientale dell’Africa, di fronte al Mozambico, nell’oceano Indiano sorge lo stato insulare del Madagascar. Le sue meravigliose spiagge e le sue acque cristalline sono attrazione naturale di turisti che per visitarle e godersele arrivano da tutto il mondo superando le barriere delle distanze.

Ma il Madagascar presenta anche posti incontaminati, regno dei lemuri e di altre specie animali esotici. La tua vacanza solidale qui si baserà su varie attività inserite in progetti di volontariato con le quali contribuirai a preservare uno degli ecosistemi più straordinari al mondo.

Farai dei tour per esplorare la zona, conoscerai da vicino la cultura del posto. La biodiversità Marina del Madagascar inoltre è veramente unica. Nelle sue acque vivono una straordinaria varietà di pesci che tu potrai vedere da vicino con le immersioni per studiarli e preservarli: coralli, grandi cetacei, tartarughe marine sono solo alcune delle specie che caratterizzano questo ambiente.

3. Amazzonia: Famosa per la sua particolare biodiversità, la foresta amazzonica si estende all’Interno del Brasile e anche su parte della Colombia e del Perù.

È la foresta pluviale più grande della Terra, con migliaia di fiumi come il Rio delle Amazzoni. Purtroppo la sua grande nemica è la deforestazione e tu contribuirai alle attività di piantumazione delle piante e degli alberi nelle zone colpite.

Il tuo sarà un vero viaggio alla scoperta della foresta amazzonica: conoscerai le comunità indigene che vivono all’interno della foresta, sarai insieme ad un gruppo esperto che sa come muoversi all’interno della zona e se lo vorrai pernotterai all’interno dei lodge, strutture a basso impatto ecologico, per stare a contatto con la natura ma con un minimo di comodità.

4. Circolo Polare artico: Per i più temerari che non hanno paura delle condizioni difficili del clima, fare una vacanza solidale all’insegna della conservazione ambientale in questi luoghi, diventa più che altro, una vera e propria avventura.

Collocata all’estremo nord dell’oceano Atlantico, la Groenlandia è una delle possibili mete che rispecchiano questo spirito estremo.

Con le sue coste caratteristiche, con fiordi e isolotti, quest’isola, che è la più vasta del Pianeta, vi sorprenderà con scenari fantastici e dalla bellezza indescrivibile. Sarai immerso nella natura, studierai il territorio circostante facendo catalogazioni delle spece autoctone, sarai coinvolto in escursioni dove dovrai fare foto e sarai inserito in un gruppo di persone con le quali scambierai opinioni ed esperienze.

L’Artico è sempre più minacciato dal cambiamento climatico, soprattutto per l’aumento della temperatura terrestre che determina la perdita dei ghiacciai e ghiaccio marino. Tutto questo crea grave conseguenze alla fauna del posto e all’intera umanità. Una meta del genere di sicuro ha un’importanza particolare.

Leave a Reply