Come diventare biologo marino: chi è, cosa fa e dove lavora il biologo marino

Se vuoi diventare un biologo marino, sei arrivato nel posto giusto.

Io sono un biologo marino.

Ho studiato, mi sono laureato e ora dopo la laurea, faccio il divulgatore scientifico e presidente di Keep the Planet, l’associazione di cui stai leggendo il sito.

Leggi l’articolo o guarda il video:

 

Probabilmente non è questo quello che vorresti sentire, però molti miei ex compagni lo fanno il biologo marino, quindi non disperare.

Io non faccio il biologo marino nel senso stretto della parola, ma faccio un lavoro che amo perché è relativo alla conservazione della natura e degli animali.

Oggi ti voglio spiegare come diventare biologo marino, i contatti utili e alcune strategie per ottenere un lavoro dopo la laurea.

Prima di passare all’articolo, volevo consigliarti la lettura di Biologia marina:

Biodiversità e funzionamento degli ecosistemi marini

L’autore è l’illustre Professor Roberto Danovaro, direttore del dipartimento di Ancona, l’università dove ho ottenuto la mia laurea.

Il libro è un’opera completa da leggere assolutamente se vuoi veramente diventare un biologo marino.

Biologo marino che è una delle professioni chiave dello sviluppo sostenibile della nostra società.

Keep the Planet è da sempre attiva al tema della sostenibilità ambientale ed è per questo motivo che abbiamo creato la Green Academy, l’unica scuola online in Italia dedicata interamente alla tua crescita personale e professionale nel settore della sostenibilità e conservazione ambientale.

Contenuti dell'articolo

Il biologo marino: chi è il biologo marino?

Il biologo marino è colui che studia la biologia marina.

Facile no?

A parte gli scherzi, il biologo marino è una professionista, laureato appunto in biologia marina, che esegue ricerche scientifiche coinvolgendo diverse discipline come biologia, ecologia,  geologia, botanica, chimica, fisica,  matematica, oceanografia.

Studierete molte discipline di base, dopodiché passerete alla specializzazione vera e propria.

Studierete gli habitat marini, le interazioni fra i vari organismi, le leggi della natura, le classificazioni e molto altro.

Posso garantirvi che come percorso di studio è molto interessante. Se siete appassionati della natura, forse questo è il vostro lavoro.

Però voglio avvisarvi che la maggior parte del tempo lo trascorrerete in laboratorio o davanti al computer.

I biologi marini che vedete in Tv sono una minima percentuale, veramente minima.

Vuoi diventare un documentarista? Leggi l’articolo su come realizzare un documentario.

Come diventare biologo marino

diventare biologo marinoPer diventare biologo marino devi frequentare l’Università e laurearti in biologia marina. Il diploma più affine è il Biologico.

Dalle mie parti è conosciuto come il “biologico femminile”.

Probabilmente da voi sarà differente o i tempi saranno cambiati.

Facevo le superiori nel secolo scorso ahimé!!!

Comunque io partivo da un istituto tecnico e non ho incontrato nessuna difficoltà.

La laurea è suddivisa in 2 moduli.

La laurea triennale e la laurea specialistica. Dopo la laurea specialistica si deve fare l’esame di abilitazione alla professione da biologo marino. Se volete continuare nella ricerca dovrete frequentare un dottorato di ricerca.

Facendo un rapido conto (se tutto va bene):

1.Diploma a 19 anni;

2.Triennale a 22 anni;

3.Specialistica a 24 anni;

4.Fine del dottorato 27 anni.

Dopo il dottorato di ricerca, il normale proseguimento sono le borse post dottorato, cioè borse di studio dalla durata variabile per portare avanti un determinato progetto di ricerca.

Questa la strada classica. Se non volete proseguire con la carriera accademica potete cercare lavoro nel privato.

Ora vi racconto un segreto. In Italia come abbiamo visto potete ambire al dottorato di ricerca solamente a 24 anni. Se tutto va bene.

Invece, nel sistema Anglosassone, potete accedere al Phd subito dopo la triennale, con un notevole guadagno sui tempi. Io vi consiglio questa strada senza dubbio se ne avete la possibilità.

Dove diventare biologo marino

In Italia sono diverse le Università di biologia marina. Io frequentai l’ Università politecnica delle Marche.

Le principali facoltà di Biologia marina in Italia sono:

1.Univpm;

2.Trieste;

3.Genova;

4.Napoli.

Oppure puoi andare all’ estero.

Le più famose:

1.Bremen;

2.Plymouth;

3.Southampton;

4.Aberdeen;

5.Miami;

6.San Diego;

7.Murcia;

8.CAdiz;

Queste sono solo alcune delle Università in Biologia marina. Se vuoi contattarmi per avere informazioni….non farlo.

Scherzo non farti problemi a chiedere.

Il lavoro da biologo marino

Trovare un lavoro in biologia marina non è immediato e sicuramente non tutti quelli che studiano biologia marina troveranno un lavoro in questo campo.

Tuttavia questo non deve impedirti di inseguire il tuo sogno, studia biologia marina e vivi il percorso con la massima serenità e tranquillità.

Noi di Keep the Planet possiamo aiutarti a realizzare il tuo sogno.

Se vuoi entrare nel mondo del lavoro della biologia marina, il percorso più utile è quello di svolgere un periodo di volontariato ambientale all’estero così da farti la giusta esperienza sul campo.

Noi di Keep the Planet possiamo aiutarti a diventare biologo marino in due modi:

  • Accedi al database: abbiamo selezionato oltre 200 tra enti pubblici e privati, istituti di ricerca, rifugi di animali selvatici, centri di recupero, associazioni di volontariato, progetti di ricerca, tirocini e internship in ambito ambientale che accettano volontari internazionali e che offrono opportunità di inserimento lavorativo.
  • Iscriviti alla Green Academy: l’unica scuola online in Italia dedicata interamente alla tua crescita professionale nel settore della sostenibilità e conservazione ambientale. La Green Academy ti spiega come raggiungere i tuoi obiettivi lavorativi nella tutela degli ecosistemi naturali da chi ha fatto la strada prima di te.

94 commenti su “Come diventare biologo marino: chi è, cosa fa e dove lavora il biologo marino”

  1. Salve, io ho un piccolo dubbio, io ho 2 sogni per il lavoro, quello di diventare giornalista sportivo, oppure un biologo marino, ma in questo momento vorrei diventare un biologo marino, ma ormai frequento il liceo artistico, perché prima ero deciso per fare il giornalista, comunque, dopo aver finito il liceo artistico, ci sono possibilità di poter frequentare l’università di biologia marina?? Sono curioso, perché se fosse possibile, mi impegnerei per realizzare questo sogno.

      1. Ciao come stai? Ho due domande. La prima: io faccio il linguistico ed è un problema se vorrei diventare un biologo marino?
        La Seconda: io è la mia migliore amica vorremo diventare biologo marino insieme ma lei è straniere è teme di non diventare poiche in italia spesso quando si è stranieri non si danno i lavori tu cosa ne pensi? Sarà scelta come un biologo anche se è straniera?
        Ps: io ci tengo molto a lei quindi vorrei tanto…

          1. Buongiorno, la mia richiesta forse sara’ un po’ insolita. Sono una scrittrice e sto scrivendo un racconto che parla di mare. Mi piacerebbe avere notizie non su come diventare biologo, ma fatti, curiosita’, aneddoti riguardanti il lavoro del biologo in mare. Mi potresti aiutare? Grazie

      2. io sono un ragazzo ce deve andare adeso allo scientifico e il mio sogno è sempre stato quello di diventare biologo marino ma mi sono sempre chiesto quanto guadagnasse un biologo alle prime armi diciamo potresesti per favore chiarirmi le idee?
        grazie

  2. Ciao, dopo la laurea triennale in biologia vorrei intraprendere un Phd all’estero, mi piacerebbe molto negli USA perché parlo molto bene l’inglese. Per accedere alle università é necessario in tutte un test d’inglese tipo Il TOEFL?
    Il mio sogno é lavorare per la natura, ho lasciato un altro percorso di studi “sicuro” per intraprendere il mio sogno . Mi piacerebbe diventare divulgatrice scientifica, dedicarmi alla ricerca e lavorare sul campo.

  3. ciao, io vorrei fare la biologa marina però voglio lavorare come sub facendo ricerche scientifiche tramite spedizioni, ma comunque lavorare sul campo. è possibile? come devo fare? grazie in anticipo

    1. Anche io come te Alice, vorrei lavorare come sub facendo ricerche scientifiche tramite spedizioni, e lavorare sul campo. Anche io vorrei sapere se fosse possibile e se si come?
      Grazie in anticipo.

  4. Ciao, sono una ragazza di torino, quest’anno fnirò la scuola superiore (si spera ahahah), che indirizzo universitario dovrei prendere per diventare biologa marina? Quale università mi consigli? Grazie mille ij anticipo

    1. Sono nella tua stessa situazione, sono anche io a torino, mi sto informando per le università a torino. Ho questo grande sogno da quando avevo 10 anni. Spero di farcela!

      1. Ciao Arianna! Anche io sono di torino come te e sto frequentando l’ultimo anno di liceo linguistico. Mi sono informata e attualmente le opzioni migliori sono:
        1) prendere la laurea in Scienze Biologiche (L-13) e poi scegliere la laurea magistrale in Biologia Marina
        2) prendere la laurea in Scienze Naturali (L-32) e laurearsi poi in Biologia Marina
        Entrambe le prime lauree sembrerebbero valide e vengono accettate entrambe per poter accedere alla laurea magistrale in biologia marina, anche se alcune università (che io sappia solo quella di Pisa) se non hai una laurea in scienze biologiche ti fanno fare un esame per verificare le tue competenze e poter così accedere al corso di laurea.
        Io personalmente sceglierei Scienze Naturali perché tratta più argomenti a cui sono interessata rispetto a Scienze Biologiche, però ti consiglio di vedere entrambe le schede dei corsi di tutti e 3 gli anni così da farti un’idea e poter decidere anche in base a cosa piace a te!

        1. Credo che il fatto (ed è vero, lo stesso accade per l’etologia e l’ecologia vegetale e del paesaggio) in alcuni atenei (anche Roma), che con la laurea triennale in sc biologiche entri direttamente mentre con quella in sc naturali previo esame valutazione se sei idoneo, già indichi una preparazione molto più solida dei biologi verso la botanica, zoologia ed ecologia con annesse genetica, microbiologia che non i naturalisti i quali rimangono molto sul generale per fare qualche cosa di biologico e geologico. Prova ne è che esiste l’Ordine dei Biologi che ne regola la professione uno dei più antichi, alla stregua di quello dei geologi e ingegneri, ma non esiste un ordine dei naturalisti.

      2. Salve, volevo chiederle un consiglio, io mi sono laureata alla triennale in lingue aziendali e tra qualche giorno mi laureo alla magistrale in comunicazione e pubblicità. Ma sento che questo percorso non fa per me. E volevo cambiare la mia vita radicalmente, ma non so se è troppo tardi intraprendere un percorso in biologia marina in quanto ho 24 anni. Però mi piacerebbe moltissimo lavorare in questo ambito.

    2. Buongiorno, sto cercando informazioni per proseguire anch’io lo studio in questa materia.
      Sono di Cuneo e quest’anno finirò la scuola superiore alberghiera, per caso saprebbe darmi qualche dritta su una scuola per lei buona e soprattutto dirmi se nonostante il mio percorso studi non molto inerente all’argomento, possa non risultarmi troppo complicata.
      La voglia di imparare è tanta ma le basi mi mancano completamente.

  5. Ciao, sono una studentessa universitaria di Milano e desidero diventare biologa marina.
    Sto frequentando la triennale in Scienze Naturali e il dubbio di cui non sono ancora riuscita a liberarmi è se questo sia effettivamente l’indirizzo giusto o per lo meno valido per ciò a cui ambisco o se è piuttosto necessaria una laurea triennale in biologia…
    Grazie mille per l’aiuto

  6. Ciao, io sono una studentessa di Economia a Milano che quest’anno si laurea ma il mio grande sogno è sempre stato quello di diventare biologa marina. Sto già mandando le application alle università in Inghilterra perchè ricominciare a studiare solo biologia è abbastanza pesante (soprattutto dopo aver quasi completato economia controvoglia) e, appunto per questo mio oriento direttamente verso una laurea che è “marina” da subito. Cosa ne pensi? conosci altre università europee che hanno una triennale in biologia marina? grazie mille 🙂

    1. Ciao Marghe! Io mi trovo nella tua stessa situazione, addirittura con un lavoro bello stabile in un campo che non mi interessa lontanamente e il mio più grande sogno è quello di essere una biologa marina. Anche io vorrei “evitare” una triennale in scienze biologiche, tu hai per caso trovato una facoltà che è marina già da subito? Grazie

  7. Ciao,i corsi e lo studio di biologia marina in generale sono difficili,e soprattutto c’è molta matematica?! Vorrei scegliere l’università nelle Marche per diventare biologa marina ma ho paura per quando incontrerò matematica dato che non è che sia il mio forte,ahah!

  8. Ciao, io sono sicura di voler studiare biologia, ma non sono ancora sicura di volermi dedicare all’ambito della biologia marina. C’è modo di fare biologia in generale durante la triennale e poi scegliere l’ambito per la magistrale?

  9. Ciao, il mio sogno è diventare biologa marina, vorrei una scuola superiore che mi prepari al’ università di biologia… va bene lo scientifico?

  10. Buonasera, sto valutando di entrare in biologia marina, ma sono molto indecisa. Mi sono diplomata nel 2018 ed ho paura di non riuscire a frequentare regolarmente le lezioni, la voglia di studiare al momento c’è ma se durante il periodo dell’università mi stancassi?
    Sono andata a vedere sulla piattaforma dell’università di Napoli ma dice che per iniziare il corso serve già una laurea, possibile?

  11. ciao, sono una studentessa di biologia alle superiori, volevo chiederle se come ha scritto lei nell’articolo mi conviene fare un esperienza lavorativa sempre di questo ambito (a me è stato proposto da amici che lavorano alle Canarie) per poi andare a studiare biologia marina in America perché io vorrei vivere lì quando ne avrò l’opportunità.

  12. Ciao,
    a breve mi laureerò in Scienze Biologiche e per l’anno prossimo stavo pensando di frequentare un Master di Biologia Marina (IMBRSea) all’estero. Dopo il Master di 2 anni, potrei già trovare lavoro in questo ambito? O la probabilità sarebbe bassa?
    Grazie

  13. Sabrina Silvestri

    Ciao! Sono una studentessa al terzo anno di Scienze biologiche all’università di Urbino e fra poco dovrò scegliere quale laurea magistrale intraprendere. Mi piace molto l’ambito ambientale e zoologico, quindi ho pensato ad una laurea in Biologia Marina. Ciò che mi preoccupa di più, però, è l’impossibilità nel cercare un lavoro dignitoso dopo così tanti sforzi fisici, psicologici ed economici (e da ex studente penso che puoi capirmi bene). Vorrei avere dei chiarimenti più specifici perchè voglio davvero fare la scelta giusta. Sarebbe disposto a scrivermi per e-mail e sentirci in privato?

    1. Ciao Sabrina, mi trovo in una situazione molto simile alla tua, anche io devo devo prendere una decisione sul percorso di studi da intraprendere, e vorrei delucidazioni sull’effettivo futuro di un biologo marino; so che hai scritto ad Alessandro e mi chiedevo se potevi condividere con me i suoi consigli dato che, leggendo la tua domanda, sembra che la pensiamo allo stesso modo. Mi sarebbe molto utile il tuo aiuto! Ti ringrazio per entrambi i casi.

  14. Ciao mi presento, mi chiamo Pasquale e sono uno studente di Ingegneria Meccanica, ho conseguito la triennale presso il politecnico di Milano ed ora sono al primo anno di magistrale. Scrivo questo messaggio più come sfogo personale che per altro, da circa 1 o 2 anni credo che il percorso che ho scelto per quanto possa interessarmi a tratti, non faccia per me. Ho avuto un esperienza lavorativa durante la triennale, come ingegnere in azienda e per quanto mi piaccia fare determinate cose, mi sono chiesto se davvero questo è quello che voglio fare nella mia vita. Ho 26 anni e sento il peso del futuro sulle mie spalle, ho solo una certezza: adoro il mare. Essendo siciliano, nato e vissuto per circa 21 anni in un paesino sul mare se chiudo gli occhi e penso ad un lavoro che farei senza che mi pesi, col sorriso in viso (per capirci il tipico lavoro che dici se fai qualcosa che piace non lavorerai mai un giorno in vita tua) beh ecco per capirci questo lavoro deve avere a che fare con il mare. La paura più grande è quella di essere in ritardo, di non avere più il tempo materiale di ripensare le proprie scelte e cambiare. In più dovrei riiniziare da capo un ciclo completo universitario (3+2)? o posso integrare determinate materie e lacune che ovviamente so di avere (in matematica e fisica credo di essere più che preparato, ovviamente molto meno per quanto riguarda la biologia) e poter una volta fatto ciò frequentare un corso di laurea magistrale? Secondo te è davvero un azzardo?

    1. Alessandro Nicoletti

      Non è mai un azzardo inseguire le proprie passioni, tuttavia non hai bisogno di cambiare percorso di studi per lavorare con il mare. Molte nuove realtà legate alla conservazione hanno bisogno anche di ingegneri

  15. Innanzitutto ti ringrazio perchè comunque andrà, da tempo cercavo un libro di biologia marina e comprerò il libro da te suggerito, sarà la mia lettura per l’estate, chissà che non mi dia la spinta per fare questa scelta. Quindi a prescindere, grazie.

  16. Ciao io faccio il liceo scienze umane, posso fare il biologo Marino? Se si c’è per forza bisogno della laurea ho posso trovare lavoro pure con il diploma?

  17. Buongiorno a tutti! A giorni dovrò affrontare il fatidico test di medicina…Giustamente mi sono già informata per un ulteriore piano B, nel caso il test dovesse andare male. Ho da sempre voluto esercitare una professione dinamica e che mi potesse sempre tenere a contatto con la terra, la natura e gli animali, e dunque credo che biologia marina possa al meglio rappresentare le mie aspirazioni. Informandomi e navigando su internet, ho letto che per poter esercitare tale professione è necessario avere una laurea triennale di scienze biologiche/scienze della terra e solo successivamente specializzarsi in biologica marina (laurea magistrale) con poi un successivo dottorato di ricerca (nel caso si volessero ancora prolungare gli studi). Si tratta di una strada che richiede molti sacrifici e tanta volontà di studiare! Dopo ulteriori ricerche sono venuta però a sapere, con grande sconforto, che in Italia ci sono pochi soldi per la ricerca e che la maggior parte di laureati finiscono poi per trasferirsi all’estero… Mi saprebbe per caso dare un bilancio dell’occupazione, a suo parere? Ne vale davvero la pena, nonostante i grandi sacrifici? Lei cosa mi consiglia? Crede che lavorare all’estero sia una buona idea?
    Spero possa rispondermi esaustivamente a tale domanda!

    1. Salve, frequento il terzo anno della facolta di “tecnologie delle produzioni animali” ma ultimamente mi sto appassionando molto alla biologia marina. Mi chiedevo se fosse possibile accedere alla magistrale in biologia, pur avendo la laurea triennale non inerente alla biologia

      1. Credo che il fatto (ed è vero, lo stesso accade per l’etologia e l’ecologia vegetale e del paesaggio) in alcuni atenei (anche Roma), che con la laurea triennale in sc biologiche entri direttamente mentre con quella in sc naturali previo esame valutazione se sei idoneo, già indichi una preparazione molto più solida dei biologi verso la botanica, zoologia ed ecologia con annesse genetica, microbiologia che non i naturalisti i quali rimangono molto sul generale per fare qualche cosa di biologico e geologico. Prova ne è che esiste l’Ordine dei Biologi che ne regola la professione uno dei più antichi, alla stregua di quello dei geologi e ingegneri, ma non esiste un ordine dei naturalisti.

      2. Scusa se ti rispondo io, non è compatibile, manca tantissimo riguarda la zoologia degli invertebrati e vertebrati che non riguardano le specie da reddito e tutta la parte vegetale (botaniche), l’ecologie, fisiologia vegetale etc.

  18. buongiorno Alessandro
    mio figlio di 13 anni sarebbe interessato a ciò che riguarda il mare e i suoi misteri degli abissi. Quest’anno dovrà scegliere quale scuola superiore frequenterà e siccome mi parlava anche di chimica ,io sarei orientata verso un ‘itis chimico per poi fare l’università per biologia…volevochiederti se il libro publicizzato da te è indicato e comprensibile anche per i ragazzi così giovani .
    grazie mille!
    stefania

    1. Alessandro Nicoletti

      Ciao Stefania, credo che si ormai a 13 anni puoi farglielo leggere, si appassionerà al mare 🙂 ITS chimico o istituto biologico, entrami validi, così come il liceo scientifico.

  19. Grazie dei tanti consigli….mi figlia ha 11 anno e gai dall inizio delle elementari lei ha sempre detto che viole fare ka biologa marina……adora il mare ….comprerò questo libro x natale…….

  20. Salve! Mi chiamo Viktorya ho 10 anni guardo gli anime (il mio preferito è le bizzarre avventure di JoJo) amo l’oceano,il blu, e i delfini,il mio sogno è quello di diventare una biologa marina,se tutto andrà bene riscriverò le stesse cose(più a meno) quando diventerò biologa marina.
    PS:oggi è venerdì 19 novembre 2021 e sono le ore 16:10, ci vedremo circa nel 2030, arrivederci!

  21. Ciao, sono una ragazza di 20 anni che sta frequentando il corso di acquacoltura presso l’Università di Cesenatico. In questi giorni mi stavo chiedendo se, per diventare biologa marina, sarebbe più mirato cambiare corso di studio su quello delle scienze biologiche, oppure continuare serenamente il corso che già ho intrapreso.
    Il fatto è che sono un po’ demoralizzata perché comunque non sto studiando esattamente quello che voglio, siccome questo corso di studio sarebbe più indirizzato agli allevamenti e le produzioni ittiche piuttosto che alla biologia marina in se.

  22. Ciao, ho quasi 13 anni e amo la biologia marina ma ho paura, ho paura di non farcela perché c’è tanto da studiare e poi ho da chiedere una cosa :per me che voglio fare questo di professione che liceo dovrei fare? Biologico o Scientifico? Io penso Biologico perché mi impunto di più con il lavoro che voglio fare! (lo so che è un po’ presto però io voglio fare questa cosa dal primo momento in cui ho avuto un po’ coscienza quindi più o meno a 5 anni e l’ho conservato fino ad ora!)

    1. Ciao, ho 26 anni e il prossimo anno, se tutto va bene, mi diplomo, dato che avevo lasciato la scuola a 15.
      La mia intenzione sarebbe quella di iscrivermi a scienze naturali e ambientali, visto che ormai lavoro e non c’è l’obbligo di frequenza in questo corso. Oltre per il fatto che le materie di studio di scienze biologiche non fanno per me.
      Può andare bene comunque per poi eventualmente iscrivermi a biologia marina?

  23. Ciao mi chiamo Erika e il mio più grande sogno è diventare biologa marina e lavorare in mare. Purtroppo ho fatto delle scelte che non mi hanno lasciato la possibilità di intraprendere questo percorso prima, ed ora mi ritrovo a lavorare all’estero e voler ricominciare gli studi. Ho già una laurea triennale in scienze politiche, ma non è propedeutica alla biologia marina. L’unica soluzione che avevo trovato era quella di fare la triennale in scienze ambientali e naturali a Genova, a distanza, e poi fare la specialistica altrove in presenza, quando avrò lasciato il mio attuale lavoro. Però a 30 anni vorrei cercare un’alternativa più veloce, una triennale magari che sia più marina sin da subito, anche all’estero…hai dei consigli a riguardo? Oppure credi che il percorso di scienze ambientali sia comunque valido? Grazie mille, mi cambierebbe la vita

  24. Ciao, io non voglio diventare biologo marino ma vorrei approfondire le conoscenze al riguardo. Mi spiego meglio. Ho 58 anni, con licenza media come titolo di studio ed anche se ho frequentato sia il ginnasio che i 3 anni di liceo classico senza mai dare la maturità è un po’ tardi per prendere un diploma per poi frequentare una facoltà. Ho già una profonda conoscenza del mare avendo lavorato per quasi 20 anni come istruttore e guida subacquea ed oggi pur facendo un altro tipo di lavoro mantengo la passione della subacquea in particolar modo della fotografia subacquea. Tutto quello che vorrei è, come dicevo all’ inizio, approfondire la mia già buona conoscenza del mare e della vita marina con un approccio più scientifico. Quali testi mi potresti consigliare considerando che mi immergo principalmente nelle acque dell’ indo-pacifico e che sono particolarmente interessato ad approfondire tutto quello che riguarda la macrofotografia (nudibranchi, vermi, crostacei etc.)?
    Grazie

  25. Hey, io sarei molto interessato a intraprendere questo percorso di laurea, ma dopo aver letto che probabilmente finirò davanti a uno schermo non sono poi così sicuro. Quello che vorrei fare io è esplorare, immergermi, fare ricerca, osservare e avere un contatto diretto con quello che studio; non mi interessa necessariamente di far parte di documentari, tantomeno le opportunità lavorative, voglio solo fare quello che mi piace. Sarebbe comunque questa la strada giusta? Comprende anche la possibilità di fare il ricercatore o solo di studio/analisi?

    1. Alessandro Nicoletti

      Ciao Matteo, ci sono tanti percorsi differenti che ti possono portare a quello che dici. Dipende dalle scelte che farai.

  26. Ciao!
    Sono Beatrice ed ho 17 anni e frequento il liceo ad Alba cn.
    Per verificare la mia attitudine alla biologia marina vorrei fare le mie ore di pcto in una associazione Marina che si prende cura del mare e dei suoi abitanti.
    Sai per caso se in Liguria è possibile ed hai per caso qualche contatto?
    Grazie in anticipo!
    Bea

  27. Ciao, mio figlio ha 18 anni, sta frequentando il liceo scientifico, ha un’indole naturalista verso mondo degli animali in generale, è un appassionato pescatore sportivo (no kill) con discreti risultati, Jeremy Wade della serie River Monsters è il suo idolo, il suo sogno e ideale di vita che vorrebbe realizzare è di diventare una guida di pesca. Lo so è un obiettivo molto materiale, poco lodevole e molto lontano da fini di ricerca o di salvaguardia della natura, ma te cosa ne pensi, una laurea in biologia marina potrebbe aiutarlo a entrare e capire meglio il mondo in cui vorrebbe muoversi da adulto?

    1. Alessandro Nicoletti

      Certo Luciano, esiste il biologo marino specializzato nella pesca, colui che studia la pesca, e attua soluzioni e strategie per ridurre l’impatto ambientale, analisi degli stock, delle aree di riproduzione. Può unire la passione della pesca con la salvaguardia degli ecosistemi.

  28. Ciao, mi sono iscritta al test sia di biologia che a quello di veterinaria.
    Il mio dubbio consiste nel lavoro che andrò a fare. Non ho nessuna intenzione di rinchiudermi in qualche ambulatorio, piuttosto preferirei lavorare sul campo, possibilmente girando il mondo.
    Un altro importante fattore consiste nel fatto che vorrei il prima possibile liberarmi economicamente dai miei genitori.
    La domanda è la seguente: dopo biologia marina, ci sono abbastanza posti di lavoro?

  29. Ciao, sono Sabina.
    Mi sono iscritta al test di ammissione di biologia e a quello di veterinaria.
    Parto dicendo che non ho nessuna intenzione di rinchiudermi in qualche ambulatorio davanti ad uno schermo. Preferirei piuttosto lavorare sul campo, possibilmente girando il mondo.
    La mia domanda è la seguente: dopo biologia marina ci sono posti di lavoro a sufficienza? Vi chiedo questo questo perché un altro fattore molto importante per me sarebbe quello di liberarmi il prima possibile dalla dipendenza economica dei miei genitori.
    Grazie

  30. Salve, io sono laureato alla triennale in Scienze Biologiche e vorrei fare la magistrale in Biol. Marina, siccome lavoro, volevo sapere se potete indicarmi qualche università che non prevede la frequenza obbligatoria ai corsi.
    Grazie
    Danilo

  31. Salve, volevo sapere se fosse obbligatorio il dottorato di ricerca da fare dopo la magistrale. Cosa comporta se non lo si fa?
    Chiedo perché sarei interessata a diventare una biologa marina.

  32. salve vorrei intraprendere anch’io la carriera di biologa marina. mi trovo a roma e, e per gli studi, non vorrei lasciare la città, cosa dovrei fare?

    1. Alessandro Nicoletti

      La carriera del biologo marino non è adatta a chi non desidera muoversi, serve tra le tante cose anche flessibilità geografica.

  33. Ciao, vorrei chiederti un’informazione molto importante per me, ma che purtroppo non riesco a trovare nello specifico su internet.
    Volevo sapere come il biologo marino, oltre a monitorare lo stato di salute dell’ ambiente marino e degli esseri viventi che lo abitano e valutare come le varie specie risentono degli effetti dell’attività umana, interviene concretamente nel recupero e restauro ecologico di ambienti marini degradati a causa dell’inquinamento atmosferico e dall’eccessivo uso della plastica, oppure nel ridurre l’impatto dell’inquinamento acustico che può causare stress e malessere sugli esseri viventi che abitano l’oceano.
    Grazie mille per la disponibilità, spero di ottenere risposta al più presto.

    1. Alessandro Nicoletti

      Ciao Sara, il biologo marino può partecipare alla progettazione di sistemi capaci di recuperare gli ecosistemi marini, di certo non è il solo attore coinvolto. Ci sono tante strategie di recupero ambientale, pensa alle barriere galleggianti per il recupero degli idrocarburi finiti in mare, o alla costruzione di barriere coralline artificiali. Il recupero ambientale è sempre un lavoro di squadra di più professionalità.

  34. Ciao,grazie per questo prezioso articolo mi chiedevo essendo marittima attualmente e diplomata ad un istituto professionale ci siano possibilità che possa diventare biologa nonostante la mia età …30

  35. Ciao a tutti sono un ragazzino di 14 anni e vado al liceo scientifico con latino proprio per diventare un giorno biologo marino,
    e dopo il diploma vorrei fare l’università alle Hawaii (University of Hawai’i at Manoa College of Natural Sciences ) , forse è presto per pensarci e chissà se cambierò idea ma comunque vorrei sapere se un biologo marino ha molta possibilità di viaggiare tanto per il mondo di lavorare direttamente sul campo anzi di passare ore e ore in laboratorio, vorrei capire se ci sono molte possibilità anche di viaggiare proprio per andare alla ricerca di ecosistemi incontaminati o per capire lo stato di quel ecosistema viaggiando spesso in barca con un team di ricerca sarebbe proprio il mio sogno.Attendo risposta e grazie mille.

  36. Buongiorno, devo dire molto interessante e chiaro il tuo articolo. Ti devo chiedere una mano mio figlio di quasi 13 anni l anno spossimo come tutti ha davanti a se la.scelta delle superiori. Ora partiamo dal presupposto che voglia diventare, adesso, biologo marino per me età impossibile in cui scegliere cosa fare da grandi ma cmq è cosi.
    Ora, non voglio fargli dare liceo perché lo “costringerebbe” all università non ti prepara per un lavoro per un mestiere alla fine del 5 anno, e se poi cambia idea e non ha più voglia di studiare che facciamo? A parte gli sbocchi lavorativi post liceo ai quali io credo poco….
    Quale indirizzo Tecnico può fare? Biotecnologie? Cosa gli consiglieresti, tendono anche in conto che lui è DSA (chi non lo è mi chiedo…) discalculico moderato e disgrafico lieve.
    Spero tu possa darci un consiglio. Grazie davvero!

  37. Ciao!
    Grazie pero questo articolo!
    Mi chiamo Dehlia e studio lo spagnolo e la storia nella università di Basilea (Svizzera) Presto finirò il Bachelor (laurea triennale), ma non sono sicura se vorrei fare il Master in spagnolo e storia, e per molto tempo sto considerando di fare la biologia marina. Se deciderò di farlo, avró gia 25 anni quando inizierò la laurea triennale.
    In Italia é normale che ci siano anche persone di questa età che fanno il Bachelor?
    Quale livello di italiano sarebbe necessario per poter studiare in Italia?
    Grazie mille per il risposto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Diventa parte attiva del cambiamento

ISCRIVITI GRATIS ALLA GREEN COMMUNITY

Unisciti gratuitamente alla community di Keep the Planet su Telegram